Menu Orizzontale

venerdì 15 dicembre 2017

🎄24 GIORNI AL NATALE | CONSIGLI #14-15

Un'altra giornata d'argento, un'altra giornata di nuvole e vento.
Come trascorrete il vostro pomeriggio, amabili amici lettori? Io ho appena caricato il nuovo episodio della rubrica speciale dedicata al Natale con due nuovi – e mi auguro appassionanti – consigli di lettura. Inoltre, sulla pagina Facebook del blog ho lanciato un altro breve video dove definisco quelle che secondo me sono le qualità, i tratti distintivi, di un vero lettore.
Voi come vi descrivereste? Quali sono le vostre abitudini letterarie? Vi aspetto nei commenti.

giovedì 14 dicembre 2017

Libri che vorrei leggere: IL SILENZIO DELLE CONCHIGLIE di Helen Keller. La forza inoppugnabile della vita.

“Le cose migliori e più belle di questo mondo non possono essere viste e nemmeno ascoltate, ma devono essere sentite col cuore.”


Helen Keller. Bellissima e sorridente. Il ritratto di una felicità introspettiva guadagnata attraverso la sofferenza, o quella che più semplicisticamente chiameremmo “una disgrazia” della vita. Nata in Alabama nel 1880, contrae una gravissima malattia che le sottrae vista e udito a pochi mesi. Sarà la sua insegnante, la buona Anne Sullivan, a restituirle gioia, desideri e speranze e a istruirla in modo tanto efficiente da incoraggiarla a iscriversi al college, dove conseguì la laurea nel 1904.

mercoledì 13 dicembre 2017

#RECENSIONE | OGNI STORIA È UNA STORIA D'AMORE di Alessandro D'Avenia

Anche una recensione.
Ho permesso ai giorni di trascorrere e ai pensieri di fermentare per raccontarvi la lettura di questo libro. Non il mio preferito dell'autore, ma sicuramente ricco di spunti e di vite da approfondire.

🎄24 GIORNI AL NATALE | Consigli arretrati

Buongiorno amici lettori.
Non aggiorno da un po’ di giorni malgrado sul canale siano stati caricati nuovi video. Ecco, quindi, tutti gli arretrati della rubrica 24 Giorni al Natale.


venerdì 8 dicembre 2017

E M'innamorerai.

Una canzone nuda, disse Gino Paoli per presentare questo pezzo bellissimo – forse uno dei suoi più belli – che nell'occasione di quell'esibizione televisiva cantava in duetto con Giorgia.
Allora, ecco, un'Immacolata all'insegna dell'amore.

Ma poi, l'amore, che cos'è?

Ho finito Ogni storia è una storia d'amore di Alessandro D'Avenia, sua ultima fatica pubblicata per Mondadori, e ancora non ho voglia di parlarne in video. Di parlarne sì, però. A parole scritte.

Mi è piaciuto? Non come alcuni suoi lavori precedenti purtroppo. È da leggere? Ma certo.

Negli anni trenta, Wystan Hugh Auden, poeta e narratore inglese, scrisse una delle poesie più sublimi ed esaustive per tentare di rispondere al sommo interrogativo: ma l'amore, che roba è?
La verità, tuttavia, forse sta in un'altra domanda: cosa possiamo saperne, noi, dell'amore?
È un bene che resti un mistero. L'arcano degli arcani, l'enigma più inestricabile a cui è impossibile resistere. Perché dobbiamo metterci a violarlo per leggerne le interiora? Amore è carne, ossa, spirito e mondo. Amore è ogni cosa vivente e non. È dramma e commedia, gentilezza e ingiuria. Che ci basti questo. Amore è tempesta, rapsodia, terrifica illusione o struggente magia. Perdizione e salvezza. Prende a schiaffi l'amore, ti riduce in poltiglia, ti spolpa e ti squarta, ti restituisce al rovescio, ma pure ti espande, è dilatazione organica, propulsione sensoriale. E potrei continuare, ma sarebbe l'infinito e l'infinito non si può contenere in niente che sia materia né che abbia limite.

Ogni storia è una storia d'amore è stata una lettura di contrasti e forze avverse.
La partenza è stata fulgida e appassionante, vi ho ritrovato la voce affabile e profondamente armonica dell'autore, ma poi… Poi dov'è che sono caduta?
Il gomitolo rosso che regge le fila e “i fili” dell'impegnata conversazione a un certo punto si ingarbuglia troppo per poterne recuperare la direzione.
E vi ho fiutato come un'indecisione, una paura gravida, una tormentata regressione. Ho visto le parole flettersi e le ho udite scricchiolare.
Magnifiche le citazioni, gli spunti letterari e la guida bibliografica, ma più procedevo e più insisteva una sensazione rapace e predatoria che non voleva andar via. Che si sia intromessa la Musa anche durante la mia lettura? Ma la colpa è sua davvero?

Devo riflettere, su molte cose, e prendermi tempo.
Non un brutto libro, sia chiaro. La prosa è sempre vincente, intrisa di un lirismo che riesce a incatenarmi – anche se in alcuni racconti un tantino forzato – e di una bellezza che irradia luce. Però, un libro confuso.

Magari avrò bisogno di rileggerlo per assistere a schiarite.
Di sicuro mi ha insegnato a vivere l'amore nudo, proprio come diceva il grande cantautore italiano.
 

lunedì 4 dicembre 2017

🎄24 GIORNI AL NATALE | Consiglio #3 e #4

Arrivano insieme, sì, a breve distanza l'uno dall'altro, perché ieri è stata una domenica folle di visite inattese, dolci da preparare e primi doni commissionati da andare a ritirare. Ma inutile che vi spieghi, i due episodi della nostra rubrica speciale dedicata al Natale sono già online (e non si faranno attendere più). Però non mi avete ancora parlato dei vostri consigli di lettura per le feste. Lettori birbanti, venite allo scoperto e confessatevi. Ci conto.